giovedì 22 marzo 2012

Roasted Vegetable Tart


quiche3IMG_4664_2




I ristoranti non sono l'unico ricordo dei miei viaggi, lo giuro! Ma la quiche vegetariana per me e' legata a Parigi e Londra e non e' un caso, perchè quando mi trovo da quelle parti le quiches me le vado a cercare, qui invece non si trovano facilmente quindi ho deciso di provare a farne una; si chiama Roasted Vegetable Tart ma io preferisco chiamarla quiche, non penso sia un problema visto che la quiche e' sempre salata.
Nel ripieno ci sono melanzane, zucchine, peperoni quindi delle verdure tipicamente mediterranee eppure quel profumo intenso delle verdure che  diventa così particolare insieme alla pasta brise', mi ha portato proprio li' nelle due grandi capitali, dove il profumo delle quiches si sente spesso nei ristoranti vegetariani. 
Quello della quiche e' un profumo "invadente" e persistente, se vi piace non vi deluderà, si sentirà per tutto il giorno e se ne avanza un po' quando la riscalderete si farà risentire con la stessa energia, a me ovviamente ha fatto tanto piacere:))
La preparazione della quiche e' stato un grande evento, meditato a lungo, programmato in anticipo, preceduto da prove, insuccessi clamorosi e infine da una consultazione di gruppo sul forum di Coquinaria che ha partecipato virtualmente e contribuito alla realizzazione della mia pasta brise'!
Chissà quante persone avranno preparato questa ricetta senza affaticarsi tanto! 
Per me non e' andata proprio così; e' una ricetta che richiede un po' di tempo pero' la base e le verdure si possono cuocere con un giorno di anticipo quindi per la preparazione finale ci vogliono solo 5 minuti dopodiche' si mette in forno. Comunque, come avrete intuito, il risultato e' stato cosi' soddisfacente che la fatica si dimentica e poi la prossima volta so che sarà più semplice prepararla.
La ricetta e' di Yotam Ottolenghi, fantastico chef che si trova a Londra e che sara' di sicuro una tappa del mio prossimo viaggio nella terra britannica.


Song of the day: Wait


QuicheIMG_4674


Ricetta


Per la base:
270 gr farina
135 gr burro
1/2 cucchiaino di sale
1/4 cucchiano di zucchero
4 cucchiai di acqua fredda


Mettere la farina, il sale, lo zucchero e il burro freddo tagliato a cubetti nella planetaria, lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto granuloso. Unire l'acqua e continuare a lavorare fino a formare un impasto omogeneo.
Avvolgere la pasta nella pellicola e lasciare in frigo per un minimo di un ora fino ad un massimo di due giorni.
Stendere la pasta sulla carta da forno, metterla in una teglia di 25/27 cm.
Mettere in congelatore per 10 minuti. Accendere il forno a 180°, coprire la pasta con un altro foglio di carta da forno e riempire lo stampo con dei pesi oppure legumi secchi o riso.
Cuocere 25 minuti, togliere i pesi e cuocere per altri 25 minuti. 


Ripieno
2 peperoni 
6 cucchiai di olio d'oliva
sale
1 melanzana tagliata a cubetti
1 patata dolce tagliata a cubetti
8 pomodorini 
1 cucchiaio di aceto balsamico 
2 cipolle
2 zucchine
1 cucchiaino di origano o due di timo fresco
80 gr di caprino fresco
2 uova
180ml di panna

Pulire e tagliare a strisce grandi i peperoni.  Metterli in una teglia rivestita di carta da forno e arrostirli  a 220° con la funzione grill per mezz'ora.
Metterli in una ciotola coperta con la pellicola per 15 min. Spellarli e tagliarli a striscioline.
Lasciare la temperatura del forno a 220° e togliere il grill.
Condire le verdure con l'olio d'oliva e il sale, aggiungere un cucchiaio di aceto balsamico ai pomodorini, tagliati in due.
Cuocere la melanzana e la patata dolce in una teglia per mezz'ora;  le zucchine, le cipolle e i pomodorini per 20 minuti.
Mettere le verdure ancora calde in un contenitore chiuso per circa mezz'ora, in questo modo finiranno di cuocersi e resteranno più morbide.
Disporre le verdure sul fondo della quiche, aggiungere l'origano, il caprino e in ultimo i pomodorini.
Mescolare le uova e la panna, condire con sale e pepe e versare sulle verdure.
Cuocere a 175° per 50 minuti, se necessario coprire a meta' cottura con un foglio di carta stagnola.
N.B. Come al solito ho modificato la ricetta, ho sostituito il finocchio con le zucchine, ho diminuito la quantità di formaggio e di olio. Nel link potete confrontare la ricetta originale.


For Liverpuddlians and English speaking people everywhere …


Restaurants are not the only memory I have left of my trips: I swear it! But the veggie quiche, to me is tied to Paris and London and it's not a coincidence, because when I am over there I go hunting for quiches; here you wouldn't find them easily so I decided to try and make one myself. It is called Vegetable Tart but I call it quiche, I don't think it's a problem because a quiche is usually savory.
In the filling there are eggplants, zucchini and red peppers which is a mix of  typical mediterranean flavour and yet the intense fragrance of the vegetables (that combined with the puff pastry is so particular) took me right there, in London and Paris where the rich aroma of quiches often permeates vegetarian restaurants.
The quiches' aroma is pervasive and persistent. If you like it it won't let you down for you will smell it all day. And if you have some quiche left over when you heat it up the fragrance will fill your home again with the same power which was a pleasure for me of course:))
Preparing the quiche was quite an ordeal: a lot of premeditation, arrangements in advance followed by trials and tremendous errors and by a group consultation involving the Forum of Coquinaria. All my friends virtually participated and gave their contribution to my first puff pastry!
I'm sure that a lot of people cooked this recipe without getting so stressed out!
It didn't go that way for me; it is a recipe that takes a bit of time but the vegetables and the base can be cooked a day in advance so the final preparation, when you assemble the ingredients, will take just a few minutes, before baking it.
Anyway, as you may have guessed, the results was so rewarding that my tireless efforts were soon forgotten. Also, now that I have practiced some important steps, I'm sure that making it will be easier in the future.
The recipe is by Yotam Ottolenghi, a fantastic chef in London who will be a sure stop in my next trip to the British land.



Song of the day: Wait



Ingredients
Pastry
2 cups all-purpose flour plus more
3/4 teaspoon kosher salt
1/2 teaspoon sugar
10 tablespoons (1 1/4 sticks) chilled unsalted butter, cut into 1/2" cubes


Filling
2 red bell peppers
11 tablespoons olive oil, divided
1 medium eggplant, cut into 1" cubes
Kosher salt, freshly ground pepper
1 small red-skinned sweet potato, peeled, cut into 1/2" cubes
2 medium vine-ripened tomatoes, each cut into 8 wedges
1 tablespoon balsamic vinegar
2 small onions, thinly sliced
1 small fennel bulb, thinly sliced
2 teaspoons fresh thyme leaves, divided
4 ounces fresh goat cheese, crumbled
2 large eggs
3/4 cup heavy cream
special equipment
A 10"-diameter glass or ceramic pie dish


Preparation
Pastry
Preheat oven to 350°. Pulse 2 cups flour, salt, and sugar in a food processor. Add butter; pulse until coarse meal with pea-size lumps forms. Drizzle 3 Tbsp. ice water over mixture. Pulse until moist clumps form, adding more ice water by 1/2-tablespoonfuls if dry. Gather dough into a ball; flatten into a disk. Wrap in plastic; chill until firm, at least 1 hour and up to 2 days.
Roll out dough on a lightly floured surface to a 13" round. Transfer to pie dish; press onto bottom and up sides of dish. Trim dough, leaving 1/2" overhang. Fold overhang under; crimp edges. Freeze for 10 minutes.
Line dough with foil or parchment paper; fill with dried beans or pie weights. Bake for 25 minutes. Remove foil and beans. Return to oven and bake until crust is light golden brown, 25–30 minutes longer. Let crust cool completely. DO AHEAD: Can be made 1 day ahead. Store airtight at room temperature.


Filling
Arrange racks in upper and lower thirds of oven; preheat to 450°. Using a small paring knife, cut around stems of bell peppers. Lift out stems with seeds and discard. Transfer whole peppers to a small baking dish; drizzle with 2 Tbsp. oil. Roast on upper rack, turning peppers occasionally, until tender, about 40 minutes. Transfer peppers to a small bowl; cover with plastic wrap. Let stand for 15 minutes. Peel peppers, then tear into strips. Set aside.
Meanwhile, toss eggplant with 4 Tbsp. oil in a small bowl to coat. Season with salt and pepper. Spread out in a single layer on a rimmed baking sheet and roast on lower rack for 10 minutes. Add sweet potato to eggplant and mix gently. Continue roasting until eggplant and sweet potato are tender, 20–25 minutes longer. Set vegetables aside.
Line another rimmed baking sheet with parchment paper. Toss tomatoes with vinegar, 1 Tbsp. oil, and a pinch of salt and pepper in a medium bowl. Arrange tomatoes, skin side down, on prepared sheet. Roast on lower rack until tomatoes are beginning to brown and are tender but not mushy, about 20 minutes. Set aside.
Meanwhile, heat remaining 4 Tbsp. oil in a large skillet over medium-high heat. Add onions and fennel; cook, stirring frequently, until parts of vegetables are slightly softened and others still crisp, 5–6 minutes. Season with salt and pepper. Using a slotted spoon, transfer to a paper towel-lined plate. DO AHEAD: Vegetables can be prepared 1 day ahead. Cover separately and chill.
Preheat oven to 350°. Scatter onion-fennel mixture over bottom of tart crust. Top with eggplant-sweet potato mixture and roasted peppers. Scatter 1 tsp. thyme over. Top with goat cheese and tomatoes.
Whisk eggs and cream in a small bowl; season lightly with salt and pepper. Slowly pour egg mixture over vegetables. Scatter remaining 1 tsp. thyme on top.
Bake tart until filling is set and pastry is golden brown, 50–60 minutes. Let stand for at least 10 minutes. Serve warm or at room temperature.



9 commenti:

luby ha detto...

Le adoro!!!!
Mia cognata le fa da dio!!!
Io le faccio di rado per un particolare..
Mio maritotigre non le mangia e cosi' mi ritrovo a mangerne una intera da sola : P
Ed e' piu forte di me, DEVO PREPARARLA GRANDE !
Di farla piccola monoporzione non se parla !
Il sapore non viene uguale!!!
La tua mi stuzzica parecchio!
Gnam gnam!

CalicoSabry ha detto...

Luby allora metti anche tu qualche ricetta, così provo qualche variante, ok? Grazie!

Giuliana ha detto...

bellissima e golosa, me la faccio appena avrò verdure giuste di sapore...

grazie Sabry, un bacio e cari saluti
Giuli

CalicoSabry ha detto...

Giuly!!! Come stai? I complimenti di una grande cuoca come te mi rendono felice, grazie!

feli ha detto...

Fantastico questo blog, le ricette altrettanto .. lo sto seguendo da qualche tempo ..

Un abbraccio Sabrina

lamammadimonica

[IMG]http://i55.tinypic.com/24o9ef8.jpg[/IMG]

CalicoSabry ha detto...

Ciao Feli! Quanto tempo è passato! Come stai? Che bella sorpresa! Grazie dei complimenti, mi fanno tanto piacere, veramente :)) in questo momento non sto pubblicando molto purtroppo, dovrei mettere qualche ricetta in più ma sono troppo impegnata, comunque ho già qualcosa di nuovo da parte...quindi aspetto volentieri nuove visite, un abbraccio Sabry

Cinzia ha detto...

Ciao Sabrina!
mi piace moltissimo il tuo blog! lo segnalo ad amici inglesi che amano cucinare ....davvero brava! anche come fotografa!
E' stato un grande piacere incontrarvi!
Cinzia

CalicoSabry ha detto...

Grazie per i complimenti, mi fanno molto piacere. Sarò felicissima di avere lettori inglesi, un paese che, come hai visto, amo moltissimo. Ma soprattutto grazie a te per aver reso speciale la nostra vacanza con la tua professionalità, la tua gentilezza e disponibilità. Un abbraccio, Sabry

Claudia ha detto...

Bella qs ricetta, la provo di sicuro.
Sono finita qui grazie a coquinaria... e chi altri se no!!
Complimenti per il blog, molto bello!
Ciao